Miglior Tagliaerba a Batteria – Scelta, Recensioni e Opinioni

Stai cercando il miglior tagliaerba a batteria? Leggi le mie recensioni, le mie opinioni e una guida alla scelta completa.

I tosaerba a batteria ultimamente stanno riscuotendo un successo davvero enorme, anche nel settore del giardinaggio hobbistico e domestico. Non a caso, hanno diversi pregi. Per prima cosa i prezzi sono calati e si trovano anche dei modelli più piccoli, più economici e pensati dunque per un uso non professionale e per metrature non eccessive. In secondo luogo, non consumano carburante e di conseguenza non emettono fumi tossici nell’aria. Ecco perché oggi ti spiegherò come sceglierli e quali sono i migliori in circolazione.

Vantaggi del tagliaerba a batteria

Rispetto ad un tosaerba manuale a elica, i modelli elettrici a batteria sono meno faticosi per l’utente, specialmente se sceglierai un apparecchio semovente (che funziona solo in parte a spinta). Inoltre sono più adatti per i giardini di medie dimensioni, dato che la durata della batteria ti consente di rasare un prato con una metratura superiore ai 100 mq. Ci sono poi diversi rasaerba a batteria adatti per prati e giardini grandi fino a 1.000 mq, ma questo dipende sempre dalla larghezza di taglio del disco rotativo.

A differenza dei tosaerba elettrici a filo, non avrai il cavo fra i piedi e questo ovviamente ti consente di muoverti con maggiore agilità e in totale libertà. Ed essendo a batteria, come ti ho anticipato, non producono fumi di scarico e inoltre costano meno, perché non sarai costretto a spendere in carburante. Considera poi che, rispetto ai modelli a scoppio, la fase di manutenzione è molto più semplice, dato che dovrai limitarti alla carica della pila e all’affilatura delle lame. Infine, il motore si avvia premendo un pulsante e senza procedure particolari, ed è un altro vantaggio che devi mettere in conto.

Migliori rasaerba a batteria [RECENSIONI]

1. Bosch Home and Garden Rotak 430 LI

A mio avviso uno dei migliori tagliaerba a batteria attualmente in vendita, firmato fra l’altro da un marchio che è una garanzia: la Bosch. Questo apparecchio ha una larghezza di taglio corrispondente a 43 centimetri, quindi rientra in una fascia medio-alta ed è adatto a prati e giardini fino a 400 metri quadri circa. Considera poi che ha un sacco per lo sfalcio con una capacità di 50 litri, dunque è abbastanza capiente.

  • Larghezza di taglio: 43 centimetri
  • Ampiezza di lavoro: circa 400 metri quadri
  • Altezza di taglio: da 2 cm a 7 cm (6 livelli)
  • Capacità del sacco: 50 litri
  • Batterie: 2 in dotazione + caricatore

È molto importante valutare la possibilità di regolare l’altezza di taglio, e anche in questo caso troviamo soltanto buone notizie. Il tosaerba a batteria Bosch Rotak 430 Li, infatti, ti consente di selezionare 6 livelli differenti, da un minimo di 2 centimetri ad un massimo di 7 centimetri, grazie alla sua leva centralizzata. Inoltre, devi sapere che la confezione include non una ma due batterie, insieme al caricatore apposito (il prezzo è alto anche per questo motivo).

Quali sono le altre qualità da sottolineare? La sua precisione è eccellente, e la qualità della lama di altissimo livello, in quanto è stata realizzata in acciaio temprato. In secondo luogo, monta delle ruote robuste e in grado di percorrere qualsiasi superficie, pesa poco (circa 13 chili) ed è davvero maneggevole e agile. Non ha il deflettore per il taglio mulching, però ha un set di lame con tecnologia Leaf Collect, il che facilita la raccolta da terra del fogliame.

Se ti interessa c’è anche una versione che include il deflettore per il mulching, con un costo leggermente superiore:

PRO

  • Eccellente rapporto fra qualità e prezzo
  • Leggero e facile da guidare
  • Lame in acciaio molto performanti
  • Ottimizzato per la raccolta delle foglie
  • Include 2 batterie al litio e caricatore

CONTRO

  • Non è un tosaerba economico
  • Non ha il deflettore per il taglio mulching

2. Makita DLM431Z Rasaerba 18Vx2-430 mm

Nella lista dei migliori tagliaerba a batteria non potrei non inserire un modello della Makita, un altro brand molto famoso nel settore del giardinaggio. Questo apparecchio si fa innanzitutto notare per via del suo prezzo competitivo, considerando che monta una lama con una larghezza di taglio pari a 43 centimetri. Inoltre, ha un sacco di raccolta con una capacità di 50 litri e la possibilità di capire il livello di riempimento, per via dell’indicatore.

  • Larghezza di taglio: 43 centimetri
  • Ampiezza di lavoro: circa 900 metri quadri
  • Altezza di taglio: da 2 cm a 7,5 cm (13 livelli)
  • Capacità del sacco: 50 litri
  • Batterie: 2 da 18 V (non in dotazione)

Davvero ottimo il valore relativo alla regolazione dell’altezza di taglio, che può essere impostata partendo da un minimo di 2 cm fino ad un massimo di 7,5 centimetri (13 posizioni diverse). Sappi poi che questo modello, se utilizzato con due batterie da 5.0 Ah, è in grado di assicurarti un’autonomia tale da poter rasare prati fino a circa 900 metri quadri con una durata di 30 minuti. Le batterie però non sono incluse, di conseguenza dovrai acquistarle a parte: qui c’è il link alla pila da 5.0 Ah e al caricatore.

La dotazione tecnologica è di alto livello, dato che è accessoriato con un freno elettrico e un sistema di avviamento morbido. Non ha l’opzione per il taglio mulching, però è piuttosto leggero (18 chilogrammi) e facile da manovrare, anche per merito delle ruote con cuscinetti a sfera, che scorrono bene su qualsiasi terreno. Infine, ha un doppio interruttore di sicurezza e un manico che può essere inclinato in 2 posizioni (si tratta di un modello pieghevole).

PRO

  • Taglio pulito e performante
  • Altezza di taglio regolabile in 13 posizioni
  • Manico pieghevole
  • Ottima durata delle batterie
  • Ampia larghezza di taglio della lama

CONTRO

  • Batterie da comprare a parte
  • Non ha il deflettore per il mulching

3. Einhell GE-CM 36 Li Tagliaerba Senza Filo

Altro giro, altra corsa, altro tosaerba elettrico a batteria di ottimo spessore. Questo modello della Einhell vanta una larghezza di taglio inferiore rispetto ai precedenti, pari a 36 centimetri, e una regolazione centralizzata dell’altezza delle lame con 6 opzioni da scegliere, da 2,5 cm a 7,5 cm massimo. Inoltre, la confezione include 2 batterie da 18 V (3 Ah) e 2 caricabatterie rapidi, il che spiega perché il prezzo non è esattamente economico.

Offerta
  • Larghezza di taglio: 36 centimetri
  • Ampiezza di lavoro: circa 350 metri quadri
  • Altezza di taglio: da 2,5 cm a 7,5 cm (6 livelli)
  • Capacità del sacco: 40 litri
  • Batterie: 2 da 18 V (in dotazione)
  • Caricabatterie: 2 rapidi (in dotazione)

Pur non essendo leggerissimo (quasi 20 chili), questo tagliaerba senza fili è facilissimo da maneggiare, e quando avrai finito potrai piegare il manico su 3 posizioni diverse e conservarlo riducendo al minimo l’ingombro. Considera poi che questo apparecchio ha delle ampie ruote che non rovinano l’erba al passaggio, e che esiste anche una versione con il deflettore mulching incluso nel pacco.

Prima di acquistarlo sappi che può andar bene per prati fino ad un massimo di 350 metri quadri circa, dunque non è adatto per giardini grandi. E la capacità di raccolta? Il sacco in tela viene sostituito da uno scomparto in plastica con una capienza massima di 40 litri, ed è facilissimo da smontare e da svuotare. Pur non essendo professionale, si tratta di un apparecchio molto performante e con una precisione di taglio davvero elevata.

PRO

  • Altezza di taglio con diverse opzioni
  • 2 batterie e 2 caricatori rapidi inclusi
  • Contenitore di raccolta rigido in plastica
  • Ideale per giardini di piccola o media metratura
  • Manico ripiegabile in 3 posizioni
  • Adatto anche per l’erba alta e bagnata

CONTRO

  • Non adatto per prati superiori ai 350 mq
  • Non ha l’opzione per il taglio mulching

4. Greenworks GD40LM46SP Li-Ion 40 V 46cm 750m²

Se stai cercando un tagliaerba a batteria con funzione mulching incorporata, allora ti consiglio questo modello della Greenworks. Si tratta di un apparecchio non economico ma fra i più performanti in assoluto, con una larghezza di taglio pari a 46 cm e con un’ampiezza di lavoro fino a circa 750 metri quadri. Purtroppo il pacco non include batterie e caricatore, mentre il sacco ha una capienza pari a 55 litri.

  • Larghezza di taglio: 46 centimetri
  • Ampiezza di lavoro: circa 750 metri quadri
  • Altezza di taglio: da 2 cm a 8 cm (7 livelli)
  • Capacità del sacco: 55 litri
  • Batterie: 1 o 2 (non in dotazione)
  • Scarico: anche laterale

Considera che a differenza degli altri, questo è un rasaerba 3 in 1 che può funzionare anche con lo scarico laterale, e ti ricordo che volendo puoi attivare la funzione mulching. Inoltre ti dà la possibilità di regolare fino a 7 livelli di altezza di taglio (da 2 cm fino a 8 cm), e monta un motore senza spazzole estremamente silenzioso e rispettoso del vicinato. Considera che funziona montando 1 o 2 batterie (non in dotazione), e infatti è perfetto per giardini medio-grandi e per chi necessita di un tagliaerba piuttosto potente.

Non ti ho ancora parlato della possibilità di regolare la velocità delle ruote: essendo variabile, potrai adattarla alla tua andatura. Quali sono le altre peculiarità di questo rasaerba elettrico a batteria della Greenworks? Puoi usare anche 1 sola batteria alla volta, e avendo le ruote con tecnologia semovente farai meno fatica. Infine, lavora senza problemi anche su terreni piuttosto brulli, senza alcun tipo di sforzo.

PRO

  • Per prati fino a 750 metri quadri
  • Uno dei più potenti su questa fascia di prezzo
  • Taglio mulching con opzione scarico laterale
  • Tecnologia di movimento semovente
  • Taglio preciso e pulito

CONTRO

  • Non include batterie e caricatore
  • Il prezzo è abbastanza alto

5. Bosch Rotak 32 LI 32 cm (Batteria + Caricabatterie)

Ho iniziato con un tosaerba a batteria della Bosch, e chiudo con un altro modello della stessa marca. Sempre il Rotak, solo che stavolta parliamo della versione con una ampiezza di taglio da 32 centimetri, e che include come sempre il caricabatterie e la batteria. Inoltre, l’altezza di taglio è regolabile da un minimo di 3 centimetri fino ad un massimo di 6 cm (su 3 livelli), quindi è leggermente inferiore rispetto agli altri apparecchi in lista.

  • Larghezza di taglio: 32 centimetri
  • Ampiezza di lavoro: circa 250 mq
  • Altezza di taglio: da 3 cm a 6 cm (3 livelli)
  • Capacità del sacco: 31 litri
  • Batterie: 1 in dotazione + caricatore

Considera che ci troviamo di fronte allo Speedy Gonzalez dei tagliaerba senza filo, dato che ha un peso che supera di poco i 10 chili ed è super compatto e ultra maneggevole. È chiaro che si parla di un modello progettato per giardini piccoli (250 mq), anche per via del fatto che monta un sacco di raccolta con una capacità massima da 31 litri. Inoltre, ha il manico richiudibile e con una comoda impugnatura ergonomica.

Non farti ingannare dalle apparenze, perché pur essendo piccolo è comunque piuttosto potente, e dotato di lame in acciaio taglienti e precise. È molto efficace anche quando lo usi lungo i bordi delle aiuole, i muri e i marciapiedi, proprio perché è agilissimo e compatto. In sintesi, anche se costa, si tratta di un validissimo aiutante per la tosatura del prato, ed è perfetto anche contro l’erba alta.

PRO

  • Molto compatto e super maneggevole
  • Include la batteria e il caricabatterie
  • Lame in acciaio molto affilate e precise
  • Ottimo per piccoli giardini e prati
  • Struttura con manico richiudibile

CONTRO

  • Capacità del sacco e altezza di taglio inferiori
  • Adatto solo per prati fino a 250 mq

Come scegliere il tosaerba a batteria

1. Larghezza di taglio e metratura

Come ti ho già anticipato, la larghezza di taglio è un fattore cruciale per poter scegliere un rasaerba a batteria perfetto per la tua situazione. La regola di fondo è la seguente: più il disco rotativo ha un diametro elevato, più l’apparecchio è in grado di rasare una superficie maggiore di prato con una singola passata. Ecco un piccolo approfondimento.

  • Lama da 30 a 35 cm: è il diametro tipico delle lame dei piccoli rasaerba, pensati per giardini fino a 150 o 200 metri quadri.
  • Lama da 36 a 40 cm: in tal caso si tratta di apparecchi perfetti per prati dai 200 mq ai 350 mq.
  • Lama da 41 a 45 cm: ideali per giardini di medie dimensioni, da 350 metri quadri fino a massimo 500 metri quadri.
  • Lama da 46 a 50 cm: per giardini e prati medio-grandi, da 500 metri quadri fino a 800 metri quadri.
  • Lama da 51 a 55 cm: questi rasaerba a batteria sono progettati per il livellamento di giardini grandi, dai 900 ai 1.500 metri quadri.

Come puoi vedere, il mercato offre delle opzioni di piccola o media grandezza perfette per i prati e i giardini cittadini. Aggiungi anche il fatto che, non emettendo fumi o rumori molesti, non impuzzolirai il quartiere e non rischierai di far incavolare i vicini.

2. Potenza e autonomia di lavoro

A differenza dei modelli a filo, dove la potenza viene misurata in watt, in quelli a batteria viene indicata facendo riferimento al voltaggio di quest’ultima, che può andare da un minimo di 12 V ad un massimo di 36 V. Altro fattore da considerare è l’amperaggio per ora, indicato con il valore “Ah” (autonomia di lavoro): un amperaggio orario elevato prolunga la durata della batteria. Più sono alti entrambi i valori, più il tagliaerba sarà in grado di lavorare su ampie metrature. Considera poi che voltaggio e amperaggio orario sono sempre equilibrati al diametro di taglio delle lame.

Potenza molto bassa o medio-bassa

  • Lame da 30 a 35 cm: da 18 a 20 V, da 2 o 4 Ah
  • Lame da 35 a 38 cm: 24 V, da 2 o 4 Ah
  • Lame da 39 a 42 cm: da 36 a 40 V, da 2 o 4 Ah

Potenza media o medio-alta

  • Lame da 42 a 44 cm: 48 V, da 2,5 o 5 Ah
  • Lame da 45 a 47 cm: 60 V, da 2,5 o 5 Ah

Potenza alta o molto alta

  • Lame da 48 a 53 cm: 80 V o 120 V, da 2,5 o 5 Ah

Per quanto concerne la durata della batteria, questa può variare in base al modello e ai fattori visti poco sopra. Considera che in genere un rasaerba elettrico a batteria riesce a tenere per 30 minuti circa, se usato in maniera intensiva. Naturalmente nulla ti impedisce di acquistare una batteria di ricambio, così da poter raddoppiare la sua durata.

3. Regolazione dell’altezza di taglio

Quasi tutti i tagliaerba a batteria (anche quelli piccoli e hobbistici) ti danno la possibilità di regolare l’altezza di taglio del disco con le lame. In questo modo potrai decidere tu stesso il livello di rasatura dell’erba, in base alle tue necessità del momento. Naturalmente il numero di possibili regolazioni cambia da modello a modello, ma in genere si può arrivare fino ad un massimo di 13 altezze selezionabili.

Se si parla di dati, di solito il livello minimo corrisponde ad un’altezza di 1,6 cm, mentre il massimo può arrivare oltre gli 8 centimetri. Considera che può cambiare anche il sistema che ti consente di regolare questo valore, e che ne esistono di due tipi: la regolazione centralizzata (1 leva o 1 meccanismo) e quella diversificata (4 leve, una per ogni ruota). Nei modelli pensati per i lavoretti hobbistici è sempre presente una singola leva centrale.

4. Sistemi di taglio, scarico e raccolta

Sicuramente saprai già che nella maggior parte dei casi il tosaerba elettrico a batteria è dotato di un serbatoio posteriore in plastica rigida o in tela. In quel caso ci troviamo di fronte ad un classico sistema di taglio e scarico/raccolta posteriore. In altri casi non è presente il sacco, quindi l’apparecchio scarica direttamente sul terreno dalla zona posteriore, direzionando l’erba tagliata grazie ad un apposito deflettore.

Il deflettore lo troviamo anche nei sistemi di scarico laterali, che sono i migliori per il taglio dell’erba alta, senza la necessità di doverla raccogliere. Infine ci sono i tosaerba con taglio mulching, che riescono a sminuzzare finemente lo sfalcio così da poterlo utilizzare come fertilizzante, e che lo scaricano sul terreno direttamente. Ecco un approfondimento per ogni tipologia, che comprende anche i vantaggi di ogni sistema.

  • Scarico e raccolta posteriore: il rasaerba scarica lo sfalcio nel serbatoio posteriore, così da darci la possibilità di smaltire l’erba tagliata in seguito e come preferiamo.
  • Scarico posteriore: molto simili al modello precedente, non montano il sacco e quindi scaricano lo sfalcio sul prato dalla zona posteriore, tramite un deflettore.
  • Scarico laterale: in tal caso lo scarico avviene lateralmente, ed è un sistema molto efficace per i prati con erba alta e per chi desidera lavorare rapidamente, senza dover svuotare il serbatoio ogni volta.
  • Taglio mulching: a differenza degli altri sistemi di taglio, il mulching sminuzza l’erba scaricandola sul prato, trasformandola in fertilizzante per il terreno. Di contro, è poco adatto per l’erba alta, ed è indicato specialmente per quella medio-bassa.

Come ti ho anticipato, nel settore dei tosa erba hobbistici il sistema più frequente è quello dello scarico posteriore nel serbatoio di raccolta. La capienza del sacco o del contenitore varia da caso a caso, e può arrivare fino a 70 litri circa, partendo da una media di 40 litri. Ad ogni modo, alle volte capita di trovare modelli che includono un deflettore speciale per attivare il taglio mulching a piacimento. Infine, nulla ti impedisce di smontare il sacco e usare il tagliaerba come scarico posteriore senza raccolta.

5. Tecnologia di movimento

Nell’ambito dei rasaerba a batteria domestici, il modello più diffuso è senza ombra di dubbio quello con movimento a spinta. È molto facile da descrivere: le ruote si muovono in avanti e all’indietro esclusivamente per merito dell’utente, che lavora spingendo l’apparecchio o tirandolo. La tecnologia semovente, invece, accompagna la spinta dell’utente grazie al movimento delle ruote alimentate dalla batteria.

  • A spinta: è l’opzione più frequente nei tosaerba domestici, perché è la più indicata per i piccoli prati o giardini. È più comoda quando devi fare lo slalom fra vari ostacoli, anche se ovviamente faticherai un po’ di più.
  • Tecnologia semovente: ideale per la rasatura di spazi di media o ampia metratura, per via del movimento delle ruote che accompagna la spinta dell’utente. Essendo il movimento rettilineo, però, è poco adatto in presenza di molti ostacoli da aggirare.

Gli apparecchi con tecnologia semovente sono diffusi soprattutto nel campo dei dispositivi professionali o semi-professionali. A mio avviso non è un’opzione indispensabile se devi usarlo in un giardino non molto grande: in quel caso, infatti, dovendo tosare un prato piccolo non farai fatica durante la spinta, anche se questa non è assistita dal motorino.

6. Materiali e costruzione

Oggi come oggi, quasi tutti i tosaerba a batteria hanno una scocca in plastica ABS, molto dura e progettata appositamente per resistere agli urti più violenti. La plastica, pur essendo particolarmente robusta, non è pesante e quindi non incide più di tanto sul comfort d’utilizzo dell’apparecchio. Chiaro che, se scegli un modello a spinta, questo dettaglio fa tutta la differenza del mondo.

Se ci spingiamo ancora una volta nel campo dei tagliaerba a batteria professionali, pensati per prati ampi, capita spesso di trovare modelli realizzati con una scocca in acciaio. Il loro vantaggio è una maggiore robustezza rispetto alla plastica, ma pesano di più, mentre una buona via di mezzo è l’alluminio, piuttosto leggero ma meno resistente. Ritornando all’acciaio, meglio optare per l’inox, in quanto resiste all’ossidazione e alla ruggine.

Rasaerba a batteria più venduti

crediti immagine articolo: ernestdoe.com/garden-machinery/cordless-lawn-mowers/

Ultimo aggiornamento 2021-02-25 at 21:35 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia un commento