Decespugliatore 4 Tempi a Benzina: Scelta e Recensioni

Un decespugliatore 4 tempi a benzina sa come garantirti delle ottime prestazioni e tecnologie più evolute!

Il motore 2 tempi, si sa, nel settore dei decespugliatori a scoppio rappresenta una vera e propria istituzione. Ancora oggi questa è la soluzione in assoluto più diffusa, per via del vantaggio principale del 2 tempi: la leggerezza, una coppia superiore e una potenza maggiore a parità di cilindrata. Non per questo, però, bisogna sottovalutare i benefici portati da un motore 4 tempi, una soluzione introdotta nel settore dei decespugliatori solo di recente (da circa 10 anni).

Nella guida di oggi, quindi, troverai le mie recensioni dei migliori decespugliatori 4 tempi a benzina, insieme a tutte le informazioni utili per conoscere a fondo questi apparecchi!

Caratteristiche di un decespugliatore 4 tempi

Si parte da una premessa, che poi rappresenta anche il limite principale dei decespugliatori 4 tempi: il peso, superiore rispetto al motore di un 2 tempi, che infatti troviamo sempre nella categoria dei decespugliatori leggeri. Questo significa che i produttori hanno scelto di lanciare sul mercato dei motori 4 tempi con una cilindrata inferiore rispetto ai 2 tempi, come detto per una questione di peso. Solo di recente sono usciti dei modelli 4 tempi con un motore superiore ai 40 cc, per merito di marchi come la Makita e la Honda.

Dato che siamo in argomento, occorre approfondire il discorso relativo al peso. La fascia più leggera è quella dei decespugliatori di piccola cilindrata (20 a 29 cc), con una potenza da 0,6 a 0,6 HP e con un peso dai 5 ai 6 kg. La cilindrata medio-piccola da 30 a 34 cc, e da 1,0 a 1,1 HP, ha un peso intorno ai 6,5 o 7 kg, mentre la cilindrata media (35 a 40 cc e 1,2 a 1,4 HP) arriva a 7,5 kg circa. Infine, le cilindrate maggiori (41 a 50 cc con potenza da 1,5 a 2,0 HP) possono arrivare anche a 9 kg.

La tecnologia costruttiva di un motore 4 tempi è più complessa rispetto al 2 tempi e, come sicuramente saprai, non ha bisogno di miscela ma semplicemente di benzina verde. Le quattro fasi che dettano il funzionamento del motore sono le seguenti: aspirazione, compressione, scoppio e scarico. Questo sistema, nonostante sia più pesante e abbia un rapporto peso-potenza inferiore al 2 tempi, produce comunque degli interessanti vantaggi che conviene approfondire.

  • Minori consumi: per prima cosa, l’efficienza in sede di combustione è più elevata e dunque si possono diminuire i consumi di carburante.
  • Inquina di meno: in secondo luogo, essendo più recente, il motore 4 tempi riesce a ridurre le emissioni inquinanti prodotte dalla combustione della benzina.
  • Più silenzioso: va anche aggiunto che un decespugliatore a benzina 4 tempi risulta più silenzioso rispetto ad un modello con motore 2 tempi.
  • Riduce le vibrazioni: un altro vantaggio prezioso è la capacità di ridurre le vibrazioni trasmesse, il che si traduce in un comfort più elevato in sede di utilizzo.
  • Va a benzina: evita di dover perdere tempo per preparare la miscela con il giusto rapporto tra olio e benzina. Inoltre, la miscela invecchia più velocemente.
  • Più facile da avviare: essendo la compressione più bassa, l’avviamento a strappo di un 4 tempi risulta più facile e veloce. In certi casi può bastare un solo strappo della corda.

Quali sono, invece, gli svantaggi rispetto all’utilizzo di un decespugliatore a scoppio 2 tempi? Anche in questo caso, conviene procedere con un piccolo approfondimento.

  • Peso superiore: a parità di cilindrata, un motore 4 tempi ha un peso superiore rispetto al 2 tempi, dunque può risultare più complesso da gestire se si cerca una macchina potente.
  • Potenza minore: a parità di cilindrata, la potenza di un motore 4 tempi è inferiore a quella di un decespugliatore con motore 2 tempi.
  • Maneggevolezza minore: il motore 4 tempi oltre ad essere più pesante è anche più ingombrante, cosa che va ad impattare sulla maneggevolezza.
  • Manutenzione più attenta: con un decespugliatore 4 tempi bisogna sempre valutare il livello di olio presente nella coppa.

Prima di vedere le mie recensioni dei migliori decespugliatori a benzina 4 tempi, ci tengo a dire una cosa. Le tecnologie crescono con il passare degli anni, e i marchi più blasonati stanno investendo sempre di più sui 4 tempi. Significa che gli attuali limiti, pur non essendo del tutto superabili, verranno sicuramente “ammorbiditi”.

Classifica dei migliori decespugliatori 4 tempi [RECENSIONI]

Il miglior decespugliatore 4 tempi è l’Honda UMK 425, insieme al 435 e al 450. Su una gamma non professionale, sono ottimi il FUXTEC FX-4MS131, l’Einhell GC-BC 36-4 S e l’IKRA IBF 31-4.

1. Honda UMK 425 LE Decespugliatore 4 Tempi 25 cc

Partiamo da una categoria già più avanzata e decisamente vicina a quella professionale. Questo decespugliatore a benzina della Honda è un vero spettacolo, ma non deve sorprendere, visto che questo brand ha sempre prodotto degli autentici gioielli. Ha un motore con una potenza da 25 centimetri cubi ma non farti ingannare, dato che è una vera macchina da guerra: forse una delle poche a benzina che riesce a coniugare la qualità delle prestazioni con la possibilità di manovrarla senza fare troppa fatica.

  • Potenza: 25 cc
  • Motore: 4 tempi
  • Peso: 5,4 kg
  • Include: lama 3 denti, filo, imbragatura

Si tratta infatti di uno dei decespugliatori 4 tempi più leggeri in assoluto, con un peso di soli 5,4 kg, e dunque facile da usare e non stancante. Come sempre, ci troviamo di fronte ad un apparecchio meno rumoroso rispetto ai 2 tempi, con consumi bassi e con un eccellente sistema che ammortizza le vibrazioni, salvaguardando le nostre preziose articolazioni. La coppia motrice garantisce delle performance che davvero sfiorano la professionalità, ma lo si capisce anche dal suo prezzo.

La confezione include sia il filo di nylon con testina batti e vai, sia la tradizionale lama con 3 denti, insieme all’imbragatura. L’asta di trasmissione è stata progettata per affrontare anche i lavori più gravosi in giardino, il che conferma la quasi-professionalità di questo attrezzo. In sintesi, se vuoi regalarti una macchina eccellente con tutti i vantaggi dei motori 4 tempi, la Honda UMK 425 LE fa esattamente al caso tuo!

Nota: la Honda ha prodotto anche una variante molto simile, come sempre con motore da 25 cc da 4 tempi, e due ancor più potenti, con motore da 35 cc (UMK 435) e da 50 cc (UMK 450).

2. FUXTEC FX-4MS131 Decespugliatore 4 Tempi 31 cc

Nella gamma dei decespugliatori a benzina 4 tempi di categoria hobbistica troviamo questo modello della Fuxtec. Si tratta di una macchina con un motore da 31 cc (0,8 kW), dunque di media potenza, e con una doppia impugnatura a corno di bue con comandi installati sulla manopola. Non è leggera, considerando un peso di 7,5 chili, ma come ti ho spiegato si tratta di un limite sempre presente negli apparecchi con motore 4 tempi. Lo stesso, comunque, vale anche per i vantaggi.

  • Potenza: 31 cc
  • Motore: 4 tempi
  • Peso: 7,5 kg
  • Include: lama 3 denti, filo, imbragatura

Il Fuxtec FX-4MS131 è molto silenzioso e si avvia con una facilità disarmante, tanto che basta un singolo strappo della cordicella. Il raffreddamento è ad aria e i consumi di carburante (benzina verde) sono limitati, così come è limitata la quantità di fumo che esce dallo scarico. Nella confezione troverai sia la testina a filo con sistema di srotolamento batti e vai, sia la classica lama a 3 denti. Un’altra caratteristica interessante? Ha un alberino di trasmissione con sezione a stella con 9 punte.

Considera anche che si tratta di un decespugliatore multifunzione: significa che la testina del decespugliatore può essere sostituita con altri accessori come la motosega o il tagliasiepi, che comunque devono essere comprati a parte. Nel pacco troverai la tracolla base e il carter che protegge la lama. Il motore arriva ad una velocità massima di 10.000 RPM, l’impugnatura è ergonomica e i livelli di rumore si attestano intorno ai 113 decibel. Ci tengo a ricordarti che non è professionale, ma svolge comunque bene il suo compito!

Nota: se può interessarti la Fuxtec ha prodotto anche una versione da 4 tempi con motore da 42,5 cc, e con un peso intorno agli 8 kg.

3. Einhell GC-BC 36-4 S 4 Tempi Lama 3 Denti 37,7 cc

Su una fascia hobbistica troviamo anche questo decespugliatore 4 tempi prodotto dalla nota Einhell. Ancora una volta parliamo di un modello non adatto per un uso intensivo né per un uso professionale, ma idoneo più che altro per i piccoli lavori in giardino. Ha comunque una potenza più elevata delle medie, pari a 37,7 cc (1 kW), e soprattutto si fa notare per via delle poche vibrazioni prodotte. Il peso è piuttosto alto, al punto che arriva a 8,5 chilogrammi circa, dunque non è esattamente una piuma.

  • Potenza: 37,7 cc
  • Motore: 4 tempi
  • Peso: 8,5 kg
  • Include: lama 3 denti, filo, imbragatura

Ovviamente funziona a benzina, senza la necessità di preparare la miscela, e ha una doppia impugnatura che rende più semplice la gestione della macchina. L’asta ha un sistema di sgancio che ti consente di smontarlo, per poter risparmiare spazio quando lo conserverai. In secondo luogo, il decespugliatore a benzina 4 tempi Einhell GC-BC 36-4 S include sia la testina a filo batti e vai, sia la lama a 3 denti per i lavori leggermente più impegnativi. Infine, si avvia velocemente e include i comandi sull’impugnatura.

Fra le altre caratteristiche da sottolineare troviamo un numero di giri massimo del motore che può arrivare a 6.400 RPM, mentre la lama ha un diametro di 25,5 centimetri (il filo, invece, arriva a 42 cm di diametro). C’è l’imbragatura di sostegno e la macchina funziona davvero bene, anche se chiaramente il peso la rende meno agevole da gestire. Inoltre, ha un consumo di benzina piuttosto basso, anche se la coppa dell’olio è abbastanza difficile da riempire. A livello hobbistico, comunque, è un’ottima soluzione!

4. IKRA IBF 31-4 Decespugliatore a Benzina 4 Tempi 31 cc

Restiamo come sempre nella gamma dei decespugliatori a scoppio non professionali e adatti per un uso poco intensivo. L’Ikra IBF 31-4 ha alcune caratteristiche presenti anche negli altri modelli visti oggi, come la lama a 3 denti e la bobina del filo con sistema di srotolamento batti e vai. Per quel che riguarda le performance, ha un motore da 31 cc con potenza da 0,7 kW, funziona a benzina verde, consuma poco carburante ed è anche uno dei più silenziosi attualmente in circolazione.

  • Potenza: 31 cc
  • Motore: 4 tempi
  • Peso: 8,7 kg
  • Include: lama 3 denti, filo, imbragatura

Uno dei pochi difetti di questo modello riguarda le vibrazioni, che si fanno sentire di più rispetto ad altri decespugliatori a benzina con motore 4 tempi. Tornando ai dati tecnici, la larghezza di taglio del filo è pari a 43 cm, mentre la lama a tre punte attiva a 25,5 cm. Come sicuramente avrai intuito, il peso non è leggero: si arriva infatti a circa 8,7 chilogrammi, ma ti ripeto che tutti i decespugliatori 4 tempi hanno questo limite. Il rumore prodotto, invece, non supera i 112 decibel.

Il diametro dell’asta è pari a 26 centimetri, mentre i due serbatoi (benzina e olio) hanno rispettivamente una capacità di 680 ml e di 80 ml. Non manca la doppia impugnatura, utile per una gestione più comoda del decespugliatore, e il modello in questione come sempre consuma meno e produce meno fumo rispetto ad un decespugliatore 2 tempi. Si avvia facilmente e velocemente, e ha una potenza molto interessante, che consente anche di tagliare le infestanti “cattive” e con gambo robusto!

Come scegliere un decespugliatore 4 tempi?

I decespugliatori 4 tempi, nonostante siano inferiori ai 2 tempi, sono comunque dei più che validi alleati per lo sfalcio e per la pulizia degli appezzamenti di terra in campagna. Ci sono però diverse caratteristiche che devono essere analizzate.

1. Cilindrata del motore

La cilindrata del motore di un decespugliatore a 4 tempi è un fattore chiave per determinare le prestazioni della macchina. Più la cilindrata è alta, maggiore sarà la potenza del motore e, di conseguenza, la sua capacità di affrontare lavori di sfalcio più impegnativi.

Le cilindrate dei decespugliatori a 4 tempi solitamente oscillano tra i 21 e i 40 cc. Le macchine con cilindrata inferiore (21-30 cc) sono generalmente più leggere e maneggevoli, ideali per lavori meno intensivi e per la pulizia di spazi ridotti. Al contrario, i modelli con cilindrata media (31-40 cc) possono adattarsi sia ai lavori semplici che a quelli complessi, rivelandosi degli autentici tuttofare.

I decespugliatori a benzina con cilindrata superiore ai 40 cc, pur essendo rarissimi, offrono una potenza ancor più alta, mettendo in campo delle prestazioni vicine ai modelli a 2 tempi professionali. Di contro, hanno un peso elevato che può anche superare i 9 kg. La scelta della cilindrata dovrebbe dunque essere basata sull’equilibrio tra le esigenze di potenza e maneggevolezza, considerando anche l’ambito di utilizzo previsto.

Nota: un decespugliatore con cilindrata elevata è anche in grado di gestire lame più pesanti, come il disco macinone, ideale ad esempio per eliminare i rovi.

2. Tipologie e versatilità

Sicuramente saprai già che esistono diversi modelli, e che in alcuni casi è possibile trovare anche dei decespugliatori multifunzione con motore 4 tempi. In pratica, questi apparecchi ti consentono di sostituire la testina principale (cioè la lama) con altri accessori, come la motosega oppure il tagliasiepi, lo svettatoio o addirittura i soffiatori e i fresatori per orto.

Anche nella categoria dei decespugliatori a zaino iniziano a vedersi dei modelli con motore 4 tempi, anche per via del fatto che l’imbragatura consente di gestirne con maggiore semplicità il peso, così da migliorare la maneggevolezza dell’attrezzo. Infine, i motori da 4 tempi li troviamo anche nella categoria dei decespugliatori a ruote, sia classici (a spinta) sia trazionati.

3. Asta dritta o asta curva?

Nella stragrande maggioranza dei casi, i decespugliatori a benzina hanno un’asta dritta e non curva, che invece troviamo in alcuni modelli a 2 tempi o nei decespugliatori a batteria. Quali sono le differenze principali? L’asta dritta è sempre dotata di una coppia conica e di un demoltiplicatore, che ottimizza le prestazioni del motore diminuendo i giri ma aumentandone la potenza. Conta anche il diametro dell’asta, che può essere da 24 mm, 26 mm oppure 28 mm nei prodotti professionali per un uso intensivo.

4. Trasmissione e coppia conica

La trasmissione ha sempre un incastro con una forma particolare, ma che può variare in base al modello scelto e al marchio costruttore. Il più diffuso nei prodotti moderni è quello con sezione a stella, che può avere un numero variabile di scanalature. Anche se si tratta di un 2 tempi, il decespugliatore a scoppio Fuxtec PS162 ha una sezione stellare con ben 9 scanalature.

Altri profili che potresti trovare sono quelli ellittici o quadrati, che possono comunque avere a loro volta caratteristiche differenti, come il diametro. Per quel che riguarda la coppia conica, come saprai è qui che si vede tutta la qualità di un decespugliatore, e vale anche per i 4 tempi a benzina. Più è grande, più l’apparecchio sarà in grado di tollerare sforzi superiori, e di durare più a lungo nel tempo.

5. Testina di taglio: lama e filo

Premetto che oramai quasi tutti i decespugliatori a scoppio, sia 4 tempi che 2 tempi, ti consentono di scambiare la testina del filo e sostituirla con quella della lama, che di solito trovi in dotazione (quella basica a 3 punte). La prima testina di norma ha un sistema di srotolamento del filo per decespugliatore detta “batti e vai” o “tap & go”. In pratica, basta dare un colpetto per terra con la sotto-coppa per far avanzare il cavetto di nylon.

La testina con la lama, come anticipato, è la più adatta per tagliare le piante infestanti più complesse, come quelle a gambo legnoso (ti basti pensare ai rovi) o le canne. La lama standard è quella a 3 denti, ma ne esistono anche altre, come il macinone o i particolari dischi in WIDIA, adatti per il disboscamento delle aree abbandonate da tempo.

Nota: lo sapevi che sui modelli 4 tempi puoi montare anche la spazzola per decespugliatore? Si tratta di un accessorio molto utile per eliminare le erbacce che crescono tra le fughe delle mattonelle!

6. Tipo di impugnatura

Per via del loro peso e per il maggiore ingombro, di solito i decespugliatori a benzina 4 tempi posseggono una doppia impugnatura che amo chiamare “a corno di bue”. Si tratta di una caratteristica molto importante, dato che questo extra permette di gestire con maggiore semplicità la macchina, anche per un periodo di tempo prolungato, abbattendo la fatica se usata in combinazione con l’imbragatura.

Inoltre, la doppia impugnatura ti permetterà di eseguire il cosiddetto movimento a falce, come detto diminuendo sensibilmente la fatica che accuserai alle braccia e alla schiena. L’impugnatura singola, invece, la troviamo nelle macchine più leggere e piccole, e ti dà la possibilità di usare il decespugliatore in varie posizioni, anche per il taglio in verticale.

7. Sicurezza e comfort

La sicurezza è di fondamentale importanza, dato il suo potenziale rischio di un apparecchio che può fare davvero male, se usato nel modo scorretto. Ad esempio, per evitare che possano schizzare sassi o altro, vicino alla lama o al filo di solito viene montato un apposito carter di sicurezza. Inoltre, i decespugliatori più avanzati dispongono anche di un sistema che riduce le vibrazioni, e che me limita l’effetto sulle mani e sulle braccia dell’operatore, riducendo la fatica e il rischio di lesioni a muscoli e legamenti.

Nota: ovviamente, per evitare qualsiasi rischio, è sempre il caso di utilizzare dei DPI di sicurezza come il casco forestale, i grembiuli e i gambali per decespugliatore.

Decespugliatore 4 tempi o 2 tempi?

In conclusione, conviene comprare un decespugliatore 4 tempi o un 2 tempi? Tutto, come sempre, dipende dall’utilizzo che intendi farne. Nello specifico, il 2 tempi viene considerato come il più professionale tra i due, per via delle sue performance di livello più alto, per la sua leggerezza e maneggevolezza, e per la possibilità di trovare delle cilindrate più elevate. Ha una coppia maggiore ed è inoltre più semplice da manutenere.

I decespugliatori 4 tempi a benzina, invece, anche se più pesanti e meno maneggevoli sono più facili e comodi da usare. Il tutto per via di una minore produzione di benzina e di fumo, per la loro silenziosità, e per il fatto che sono adatti per compiti meno gravosi, ovvero i classici “lavoretti domenicali” di manutenzione del giardino. Infine, ricordiamo che i 4 tempi non richiedono la preparazione della miscela (perché vanno a benzina verde) e hanno dei consumi ridotti.

Ultimo aggiornamento 2023-10-01 at 01:40 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia un commento